ItaliaMass mediaMondoreligione

Armenia: scandalo per la presunta vendita della Lancia del Destino (lat.Lancea Longini)

La Chiesa armena smentisce e mostra la sacra reliquia al pubblico

In Armenia sono in corso le azioni di protesta con la richiesta delle dimissioni di Catholikos di tutti gli armeni, Catholikos della Chiesa apostolica armena Karekin II, accusato, tra l’altro della svendita dei reperti museali, compresi i gioielli dei paramenti liturgici dei diversi Catholikos e una parte della Lancia del Destino o Lancia di Longino (in latino Lancea Longini).

Si tratta della Lancia Sacra, la lancia con cui Gesù sarebbe stato trafitto al costato dopo essere stato crocifisso. La Lancia Sacra di Antiochia, secondo la tradizione ritrovata durante la Prima crociata, ora è custodita nel museo della cattedrale di Echmiadzin, in Armenia.

Ci sono altre due Lance Sacre, identificate come quelle appartenute a Longino, ossia Quinto Cassio Longino,  soldato romano che trafisse con la propria lancia il costato di Gesù crocifisso, per accertare che fosse morto, come riporta il Vangelo secondo Giovanni. Longino è venerato come martire dalla Chiesa ortodossa e come santo dalla Chiesa cattolica.

San Longino, mosaico dell’XI secolo, conservato a Chio

La Lancia Sacra di Ottone I, simbolo del Sacro Romano Impero, custodita presso il complesso dell’Hofburg di Vienna, di cui una copia fatta realizzare da Ottone III si trova a Cracovia.

La Lancia Sacra papale, donata a papa Innocenzo VIII dal Sultano turco Bayazid II, custodita a San Pietro in Vaticano.

Secondo la TV armena, recentemente su autorizzazione del Vaticano un gruppo di periti ha esaminato le Lance del Destino custodite nel Vaticano, in Austria e in Polonia. Le conclusioni della perizia: tutt’e tre lance esaminate sono delle imitazioni medievali.

Lancia sacra del museo cattedrali di Echmiadzin

L’unica Lancia Sacra, che non è stata periziata, è quella custodita nel museo della cattedrale di Echmiadzin e che la Chiesa apostolica armena ritiene sia originale.

Al pubblico museo della cattedrale di Echmiadzin è esposta una copia consacrata, mentre l’originale è custodito in uno scrigno d’oro nella parte del monastero non accessibile al pubblico.

Smentendo le illazioni circa la presunta vendita della Lancia Sacra, l’archimandrita Gevond ha mostrato in diretta televisiva ai mass media l’originale della Lancia Sacra. Responsabile del museo della cattedrale di Echmiadzin ha comunicato che nel 2004 al defunto Patriarca della Chiesa ortodossa russa Alessio II è stata donata una particella della Lancia Sacra che ora è custodita in uno dei monasteri a San Pietroburgo.

Tags
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi