CronacaMondoRussia

Cadetti russi “strangolano” il busto di Giovanni Paolo II

Comandante della nave scuola porge le sue scuse ai cattolici di tutto il mondo

Due cadetti russi, originari di Astrakhan, della nave scuola russa Kruzenshtern, sono stati congedati per un oltraggio al simbolo nazionale polacco. Durante la navigazione con sosta nella a Świnoujście, una città portuale sul Mar Baltico e della laguna di Stettino, situata nel nord-ovest della Polonia, nella Pomerania Occidentale, i due hanno “strangolato” il busto di Giovanni Paolo II, postando la foto nei social e aggiungendo una scritta nazionalista. L’incidente è avvenuto a fine maggio.

L’immagine dell’atto oltraggioso è andata a finire sui media polacchi locali che hanno condannato il gesto offensivo.

Il comandante della nave scuola Mikhail Eremcenko ha inviato ai media polacchi una lettera di scuse, rivolta agli abitanti di Świnoujście, ai cittadini della Polonia e a tutti i cattolici del mondo. Il comandante ha presentato le sue scuse a nome dell’equipaggio e dei cadetti per una stupidata offensiva.

Lettera di scuse del comandante della nave scuola russa Kruzenshtern

Le scuse del comandante russo sono state accettate dalla cittadinanza e dalle autorità della città polacca di Świnoujście.

Tags
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi